Domenica 2 ottobre torna l’Appiaday
30 Settembre 2022
La Casa dei Simboli di Bonaria Manca a Tuscania
6 Ottobre 2022

Torna la Giornata del Contemporaneo nel segno della sostenibilità

GAC_GDC18_Icarus_2021

Icarus, Giorgio Andreotta Calò per la XVIII Giornata del Contemporaneo

Sabato 8 ottobre torna la  Giornata del Contemporaneo, organizzata da AMACI, l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani e realizzata con il sostegno della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura e la collaborazione della Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Sono coinvolti nell’iniziativa musei, fondazioni, gallerie, studi d’artista sia pubblici che privati, su tutto il territorio nazionale con l’obiettivo di dare luce e risalto alle istituzioni che quotidianamente promuovono l’Arte Contemporanea.

Dopo le restrizioni dovute alla pandemia, la XVIII edizione della manifestazione avrà un formato ibrido, fisico e digitale. Sarà possibile partecipare in modo gratuito a tutte le iniziative organizzate con eventi e visite guidate in tutta Italia.

In continuità con le recenti Giornate Europee del Patrimonio 2022, anche la Giornata del Contemporaneo avrà come filo conduttore il tema dell’ ecologia, connesso a quello della sostenibilità: è necessario ripensare il sistema dell’arte in modo sostenibile, per far fronte alla crisi climatica dei nostri tempi.

L’immagine guida scelta per rappresentare la manifestazione è Icarus di Giorgio Andreotta Calò. In primo piano troviamo una falena, le cui ali nascondono il volto di un ragazzo che allunga la mano, come per offrirle un sostegno. Il tutto si svolge nella penombra, il momento delle possibilità, in cui la falena e il giovane uomo si incontrano. L’opera è l’ultimo tassello di un articolato progetto realizzato dall’artista veneto a partire dal 2019, in cui il fil rouge è la notte, momento di passaggio tra il conosciuto e l’ignoto, quasi un monito a riflettere in maniera più responsabile sulla crisi ambientale e sul passaggio di testimone alle nuove generazioni, gli adulti di domani, per la costruzione di un futuro migliore del presente.

 

Come nelle scorse edizioni, la XVIII Giornata del Contemporaneo presenterà diversi nuclei di attività della Direzione Generale Creatività Contemporanea a cominciare dal coinvolgimento della rete dei Luoghi del Contemporaneo  per la mappatura e la promozione dei luoghi dell’arte contemporanea in Italia, a cui si aggiunge l’iniziativa di ricognizione delle architetture dal secondo dopoguerra ad oggi, avviata dal Ministero già nei primi anni del 2000, finalizzata  alla valorizzazione di quelle opere di architettura contemporanea di particolare pregio, che, pur avendo meno di 70 anni, sono meritevoli di tutela, ai sensi della normativa sul diritto d’autore e di quanto previsto dal D.Lgs. n. 42/2004 per le opere di arte contemporanea.

In particolare, nel territorio del Lazio, dal 2018 è stata stipulata e rinnovata anche per quest’ anno la Convenzione di ricerca tra la Direzione Creatività Contemporanea, il Segretariato Regionale del MIC per il Lazio e il Dipartimento di Architettura dell’Università La Sapienza di Roma per il progetto “Censimento nazionale delle architetture italiane del secondo Novecento, nella Regione Lazio, città di Roma” attraverso il costante aggiornamento di un’apposita banca dati messa a disposizione dalla DG Creatività Contemporanea e la schedatura e promozione di nuovi edifici  e aree urbane di rilevante interesse storico-artistico.

A questo riguardo, a chiusura delle manifestazioni sul Contemporaneo, sono state organizzate  dalla Direzione Creatività Contemporanea e dalla Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali due giornate di studio (in presenza e online) dal significativo titolo Ereditare il presente previste l’11 e il 12 ottobre prossimi, per condividere gli esiti del progetto di ricerca e avviare un tavolo di confronto e riflessione sulla qualità e il valore delle architetture italiane del secondo dopoguerra.

 

Per partecipare all’edizione 2022 della Giornata del Contemporaneo sarà necessaria l’ iscrizione entro il 7 ottobre tramite il form disponibile al link https://giornatadelcontemporaneo.amaci.org/it