Attività e procedimenti

Il procedimento amministrativo identifica quell’ iter amministrativo, basato sull’attenta valutazione e un ponderato bilanciamento dei diversi interessi pubblici e privati coinvolti dall’ azione amministrativa, che attraverso più atti e operazioni, è preordinato all’ emanazione di un provvedimento amministrativo perfetto e efficace.  Il procedimento amministrativo è improntato ai principi di trasparenza, buon andamento e partecipazione sanciti dalla L. 241/1990 e ss.mm.ii. (L. 15/2005 e L. 80/2005), che regola l’azione amministrativa, individuando il responsabile del procedimento in seno all’ unità organizzativa competente con la precisazione dei compiti a questi spettanti, l’obbligo di comunicazione di avvio del procedimento e altri istituti di partecipazione al procedimento. In particolare, l’art. 2 della L. 241/1990 definisce la tempistica dell’iter procedimentale. In ordine ai procedimenti di tutela e valorizzazione di competenza del Ministero dei beni e delle attività culturali, si segnalano il DPCM  231/2010 (Regolamento sui termini dei procedimenti amministrativi di competenza del MIBAC aventi durata superiore a 90 giorni) e il DPCM 271/2010 (Regolamento sui termini dei procedimenti amministrativi di competenza del MIBAC aventi durata non superiore a 90 giorni). Per i procedimenti di tutela di pertinenza del Segretariato Regionale per il Lazio si rinvia alla voce “Tutela” nell’apposita sezione delle “Attività Istituzionali”.